Archivio

Stagione motociclistica: L’UPI teme un aumento degli incidenti tra i giovani

Ogni anno, sulle strade svizzere, 50 motociclisti perdono la vita e oltre 1000 si feriscono gravemente a seguito di un incidente. Particolarmente a rischio sono i giovani, in particolare quelli dai 15 ai 17 anni, che da quest’anno possono guidare moto più potenti e quindi anche più veloci. L’UPI teme un aumento degli incidenti per questa categoria e ha deciso di rafforzare le misure di prevenzione.

Aumentati i neo-motociclisti

Secondo l’Ufficio federale delle strade (USTRA), lo scorso anno hanno conseguito la licenza di condurre per motoveicoli oltre 30’000 persone, corrispondenti a un aumento del 27 per cento rispetto al 2019. Un’impennata riconducibile verosimilmente al fatto che dal 1° gennaio 2021 non è più possibile accedere direttamente alla categoria massima A. Scende, invece, il numero di patenti revocate: -1,8 per cento, con eccesso di velocità e guida in stato di ebbrezza in testa alle cause del provvedimento.

VKU /e-learning: Rendere la teoria adatta al futuro

La commissione dei maestri conducenti di automobili, ha già iniziato il lavori di rivedere il corso di teoria sulla circolazione stradale (VKU). Viene inoltre esaminato il modo in cui l’e-learning può essere combinato con l’insegnamento in presenza.

COVID-19 e formazione dei conducenti: decisione del 13 gennaio 2021

Il numero delle infezioni si mantiene a un livello elevato e con la circolazione delle nuove varianti del virus, molto più contagiose, aumenta il rischio di un’impennata dei contagi. In considerazione della situazione epidemiologica che resta tesa, nella sua seduta del 13 gennaio il Consiglio federale ha deciso di dare un ulteriore giro di vite ai provvedimenti contro la diffusione del coronavirus.