Archivio

RoadCross Svizzera inizia la campagna di prevenzione «Natel in tasca»

L’uso continuo dello smartphone per strada ha un ruolo fatale soprattutto tra i giovani tra i 16 e i 24 anni. Per questo motivo la Fondazione RoadCross Svizzera lancia una nuova campagna di prevenzione specialmente concepita per i «mobile native» con un messaggio chiaro e semplice: per strada, si lascia il «natel in tasca».

Stagione motociclistica: L’UPI teme un aumento degli incidenti tra i giovani

Ogni anno, sulle strade svizzere, 50 motociclisti perdono la vita e oltre 1000 si feriscono gravemente a seguito di un incidente. Particolarmente a rischio sono i giovani, in particolare quelli dai 15 ai 17 anni, che da quest’anno possono guidare moto più potenti e quindi anche più veloci. L’UPI teme un aumento degli incidenti per questa categoria e ha deciso di rafforzare le misure di prevenzione.

Attenzione, in strada i bambini sono imprevedibili

Quando ci sono dei bambini, la prudenza non è mai troppa. Soprattutto i conducenti di veicoli a motore devono essere pronti a tutto. All’improvviso, una situazione apparentemente sicura può diventare pericolosissima. Con il sostegno del Fondo di sicurezza stradale e della polizia, l’UPI ha quindi avviato una campagna

Coronavirus: Raccomandazioni per il mondo del lavoro

Il coronavirus può essere pericoloso per le persone a partire dai 65 anni e chi soffre già di altre patologie. Le nuove raccomandazioni per il mondo del lavoro sono tese a proteggerle. Informatevi qui sulla situazione attuale in Svizzera e a livello internazionale.

Alcol al volante : Chi beve, non guida

L’alcol non è un buon compagno di viaggio. Ne basta una piccola quantità per raddoppiare il rischio di subire un incidente mortale. Ecco perché l’UPI ricorda quanto sia pericoloso l’alcol al volante lanciando una campagna nazionale di prevenzione destinata ai conducenti di veicoli a motore. L’UPI mette a disposizione dei membri dell’ASMC il materiale della campagna in modo che possano consegnarlo agli studenti autisti.