Cambiamento in cima a RoadCross Svizzera

Valesca Zaugg si è dimessa dalla presidenza della Fondazione RoadCross Svizzera e ha lasciato l’organizzazione dopo 15 anni. Ha trasmesso lo scettro al suo ex membro del Consiglio di fondazione Willi Wismer.

Alla fine di settembre il Consiglio di fondazione di RoadCross Svizzera ha eletto Willi Wismer di Winkel/ZH come nuovo presidente della Fondazione. Willi Wismer gestisce una propria scuola guida ed è stato presidente dell’Associazione Svizzera dei Maestri Conducenti ASMC per diversi anni. Attualmente è anche presidente dell’Associazione dei Maestri Conducenti di Zurigo ZFV, la più grande associazione regionale di maestri conducenti. In queste posizioni conosce bene i processi politici e ha contribuito a dare forma alle questioni di sicurezza stradale sia a livello cantonale che nazionale. Come imprenditore indipendente, Willi Wismer porta alla fondazione anche una grande esperienza del settore privato. Come ex consigliere comunale e presidente della scuola elementare di Bülach e come attuale presidente della commissione scolastica della scuola professionale di Bülach, RoadCross Svizzera può trarre grande beneficio dalla sua competenza. Willi Wismer è già membro del consiglio di fondazione di RoadCross Svizzera dal 2018.

Willi Wismer non vede l’ora di affrontare la nuova sfida di dirigere le sorti della Fondazione RoadCross Svizzera a livello strategico. “RoadCross Svizzera è una piccola ma bella organizzazione. Grazie alle sue competenze sia in materia di sicurezza stradale che di consulenza alle vittime della strada, può dare un prezioso contributo alle discussioni in corso su come prevenire gli incidenti stradali a fronte di una costante crescita del traffico. Non vedo l’ora di continuare il lavoro di successo del mio predecessore Valesca Zaugg”, dice Willi Wismer.

Un impatto duraturo sulla storia di RoadCross Svizzera

Le sue dimissioni da presidente del Consiglio di fondazione segnano la fine di un’epoca in cui Valesca Zaugg ha avuto un’influenza duratura sulla storia di RoadCross Svizzera. Ha iniziato a lavorare per le persone colpite da incidenti stradali ed è già stata attiva nell’Associazione delle famiglie delle vittime della strada (VFS), diventata RoadCross Svizzera il 31 maggio 2006. All’inizio del 2008 Valesca Zaugg ha assunto la direzione della fondazione dal fondatore di FVS Roland Wiederkehr e ne ha diretto la gestione operativa per oltre dieci anni in qualità di amministratore delegato. Mentre in precedenza la fondazione si era concentrata sulla consulenza alle vittime di incidenti, sotto la Valesca Zaugg è stata ampliata per includere il lavoro di prevenzione per i giovani. Sotto la sua guida, RoadCross Svizzera si è affermata come un’organizzazione rispettata in tutta la Svizzera, che sostiene le persone colpite da incidenti stradali e promuove la sicurezza stradale. RoadCross Svizzera gestisce ora una HelpLine gratuita per le vittime di incidenti, organizza ogni anno ben 450 eventi di prevenzione e raggiunge oltre 15’000 persone, per la maggior parte giovani. Nel 2010 Valesca Zaugg ha promosso attivamente l’iniziativa popolare “Schutz vor Rasern” (“Protezione dagli automobilisti”), contribuendo così a garantire che gli automobilisti siano trattati duramente sulle strade svizzere. Ciò si basa sulla convinzione che una corretta punizione dei responsabili degli incidenti, e in particolare degli automobilisti, contribuisca in modo significativo a consentire alle vittime di incidenti stradali di fare i conti con i loro traumi e, allo stesso tempo, abbia un comprovabile effetto preventivo. Il 1° marzo 2019 Valesca Zaugg ha consegnato la gestione operativa della Fondazione e si è trasferita al Consiglio di fondazione dell’organizzazione in qualità di presidente.
Ora si rivolge a nuove sfide e guarda al suo addio: “La massima sicurezza possibile per tutti gli utenti della strada – indipendentemente dal mezzo di trasporto scelto – è sempre stata una mia grande preoccupazione. In quest’ottica ho lavorato per molti anni con piacere e impegno insieme ai nostri collaboratori per la creazione e l’ampliamento di RoadCross Svizzera. Auguro alla Fondazione tutto il meglio per il futuro con le sue importanti preoccupazioni.