11’319 visitatori – Maestri di guida nel giorno del record al trasport-CH

Il sabato sarà un giorno da record assoluto nella storia di trasport-CH: 11’319 visitatori hanno affollato il Salone svizzero dei veicoli commerciali. E proprio nel bel mezzo, lAssociazione Svizzera dei Maestri Conducenti con il suo stand.

transport-CH ha finora superato ogni aspettativa: Nei primi tre giorni di fiera, 27’158 persone hanno partecipato alla fiera leader dell’industria svizzera dei veicoli commerciali. «La continua ottimizzazione del concetto espositivo, l’aumento delle attività di comunicazione e, in particolare, l’enorme impegno degli espositori stessi stanno dando i loro frutti», afferma Jean-Daniel Goetschi, direttore di Expotrans SA e direttore della fiera di transport-CH. Il salone è così di nuovo entrato in nuove dimensioni, anche se l’esposizione di Berna non deve sottrarsi al confronto internazionale. «Le numerose anteprime e i momenti salienti degli espositori hanno contribuito al fatto che il Salone dei Veicoli Commerciali ha ormai un impatto oltre i confini nazionali», afferma Jean-Daniel Goetschi.

Una di queste attrazioni è lo stand espositivo dell’ASMC. Soprattutto il simulatore di guida presso lo stand degli istruttori di guida ha attirato i visitatori a frotte. «Abbiamo notato che soprattutto i giovani si sentono attratti dai simulatori di guida», spiega Christian Stäger dell’ASMC. Per il gran numero di visitatori della fiera, l’ASMC fornisce anche informazioni sulla nuova mansione.

«La fiera è il luogo ideale per richiamare l’attenzione sui compiti e sull’importanza della formazione professionale alla guida , afferma con convinzione il presidente dell’ASMC Michael Gehrken. Nel complesso, si nota che il pubblico è molto aperto alle attività degli istruttori di guida.

Mehr News

Formazione professionale: passare ai fatti

Le organizzazioni partner degli sponsor per la revisione del profilo professionale (ASMC e FRE), passano ai fatti: insieme e nel consenso sono state prese importanti decisioni di base su come dovrebbe essere strutturata la professione di maestra/o conducente in futuro.

Alcol al volante : Chi beve, non guida

L’alcol non è un buon compagno di viaggio. Ne basta una piccola quantità per raddoppiare il rischio di subire un incidente mortale. Ecco perché l’UPI ricorda quanto sia pericoloso l’alcol al volante lanciando una campagna nazionale di prevenzione destinata ai conducenti di veicoli a motore. L’UPI mette a disposizione dei membri dell’ASMC il materiale della campagna in modo che possano consegnarlo agli studenti autisti.

Riprogettare completamente la formazione del conducente

L’upi avvia il dibattito sulla formazione dei conducenti del futuro. Una cosa è chiara: la formazione del conducente deve essere completamente riprogettata. L’Associazione Svizzera dei maestri conducenti sostiene la richiesta dell’upi.