L-drive Svizzera agisce contro i «maestri conducenti» illegali

L-drive Svizzera vuole intervenire contro i «pseudo maestri conducenti». Chiunque impartisca lezioni di guida su base commerciale senza una licenza verrà denunciato alla polizia.

I «pseudo maestri conducenti»illegali (cioè privi di licenza) sono una grande seccatura in quasi tutti i cantoni svizzeri. Tuttavia, in molti casi non è facile prendere provvedimenti contro i trasgressori. L’Associazione cantonale bernese dei maestri conducenti (KBAV), in collaborazione con L-drive Svizzera sotto la guida dell’avvocato e vicepresidente di L-drive Svizzera ; Dottoressa Sarah Schläppi, ha presentato qualche tempo fa una denuncia contro una persona che operava illegalmente nel Cantone di Berna. A questo scopo è stato impiegato anche un detective che ha documentato i fatti del caso.

Il 10 ottobre 2022 è stato emesso un ordine di sanzione nei confronti di questa persona:

Il provvedimento sanzionatorio afferma che il colpevole ha offerto almeno 20 lezioni di guida a neopatentati con il suo veicolo privato, per le quali pagavano 40.00 franchi all’ora. La persona si è spacciata per maestro conducente e ha offerto lezioni di guida su base commerciale, pur non avendo la licenza per farlo. Secondo l’ordinanza sanzionatoria, l’uomo ha violato la legge sulla circolazione stradale e l’ordinanza sui maestri conducenti offrendo lezioni di guida. Inoltre, ha consapevolmente influenzato la concorrenza tra le autoscuole offrendo lezioni di guida a un prezzo inferiore e attirando potenziali clienti lontano dai maestri conducenti autorizzati. Inoltre, secondo il decreto penale, egli si è sottratto anche all’obbligo di versare i contributi AVS, non avendo dichiarato il reddito ricavato dalle lezioni di guida.

Lo « pseudo maestro conducente » è stato condannato, tra l’altro, per aver violato la legge sulla circolazione stradale (LCStr) e l’ordinanza sui maestri conducenti (OMaeC), nonché la legge federale sull’assicurazione per la vecchiaia e i superstiti (AVS) e per aver violato la legge federale contro la concorrenza sleale (LCSI) offrendo lezioni di guida su base commerciale.

L-drive Svizzera prepara i campioni pubblicitari

L-drive Svizzera coglie l’occasione di questo caso/ordinanza di sanzione per adottare in futuro un’azione ancora più coerente contro l’offerta illegale di lezioni di guida. In particolare, i modelli di accusa devono essere formulati con riferimento all’ordine di pena della Procura del Cantone di Berna, che può essere presentato in ogni Cantone in caso di violazione. I modelli di tariffazione saranno inviati alle associazioni/sezioni regionali non appena disponibili.